Carrello portapacchi per scale: un dispositivo utile tanto per chi trasporta e consegna merce a fini professionali quanto per i privati cittadini che intendono agevolare alcune attività quotidiane. Quando acquistarli? Quale modello scegliere? Ecco una breve ma esaustiva guida per vederci chiaro.

Cos’è il carrello portapacchi per scale

L’espressione carrello portapacchi per scale è in realtà gergale. L’espressione più corretta sarebbe “carrello saliscale specializzato per il trasporto di pacchi”. Ad ogni modo, sempre di carrello si tratta: un dispositivo dotato di un sistema di movimentazione che percorre le scale con relativa facilità e senza richiedere grande sforzo da parte dell’utilizzatore, e che allo stesso tempo può contenere della merce.

Il carrello saliscale specializzato nel trasporto dei pacchi, o carrello porta pacchi per scale che dir si voglia, torna utile ad almeno due categorie di persone.

  • A chi per motivi professionali è chiamato a consegnare pacchi impegnativi direttamente nelle abitazioni, le quali spesso e volentieri si trovano a un livello superiore al pianterreno.
  • Ai privati cittadini che trovano molto scomodo trascinare la spesa fino alla propria abitazione. La questione riguarda soprattutto chi ha difficoltà motorie (magari solo perché anziano) e non dispone di un ascensore.

Con “spesa”, per inciso, si intende certo quella alimentare, ma anche quella più gravosa dei materiali per il riscaldamento, come il pellet o, peggio ancora, la legna.

Dunque, per ricapitolare, l’acquisto del “carrello per pacchi” è fortemente consigliato quando:

  • La propria attività professionale prevede la consegna di pacchi più o meno pesanti (es. elettrodomestici grandi e piccoli).
  • Da privati cittadini e senza poter disporre di un ascensore, si avverte una certa difficoltà nel percorrere le scale e quindi trascinare la spesa fino al proprio appartamento risulta davvero problematico.
  • Da privati cittadini, se semplicemente si desidera una comodità in più, e quindi uno strumento che possa facilitare il trasporto della spesa.

Manuale o elettrico? Come scegliere il carrello

Chi vuole acquistare un carrello saliscale, fosse anche solo per trasportare dei pacchi, è chiamato a effettuare una scelta cruciale: manuale o elettrico?

Esistono carrelli che si movimentano con la sola forza fisica, per quanto ridotta ai minimi termini. Esistono di contro carrelli che si movimentano mediante una batteria.

I primi richiedono comunque una certa attenzione e un impegno non trascurabile da parte dell’utilizzatore. I secondi richiedono al massimo una lieve guida. Per il resto, fa tutto la macchina.

A loro volta i carrelli elettrici si dividono in carrelli a tre ruote e carrelli cingolati. I primi percorrono le scale grazie a gruppi di tre ruote ciascuno, sono di norma più compatti e in media sopportano un carico inferiore. I secondo sono più ingombranti ma sopportano carichi più pesanti. Visto che i pacchi, per quanto possano essere impegnativi, non rappresentano certo la merce più pesante in circolazione (pensiamo solo ai grandi elettrodomestici e ai mobili), il carrello portapacchi elettrico è quasi per definizione a tre ruote.

Tornando al confronto tra manuali ed elettrici, essi presentano dei pro e dei contro, spesso speculari.

  • I carrelli manuali sono poco costosi, alla portata di tutti. Sono però meno comodi e richiedono comunque un contributo “umano” non di poco conto. Insomma, vengono trascinati quasi come fossero una carriola.
  • I carrelli elettrici sono molto più comodi. Anzi, si può affermare che facciano quasi tutto da soli. I meno tecnologici richiedono una leggera guida, mentre i più recenti sono in grado di percorrere le scale in completa autonomia e persino effettuare azioni di bilanciamento del carico. Tuttavia, costano di più.

Cosa scegliere? La sirena del risparmio è sempre attraente, ma il consiglio è di gettare il cuore oltre l’ostacolo e garantisci semplicemente la classe di prodotto più performante. Dunque, sì al carrello portapacchi elettrico.

Quanto costa un carrello saliscale per portare i pacchi

Vale la pena fornire qualche coordinata sui prezzi, in modo da decidere con cognizione di causa e verificare se la differenza nelle prestazioni sia giustificata dalla differenza di prezzo.

Tipologia Prezzi
Carrello saliscale per trasporto pacchi manuale 40 € – 300 €
Carrello saliscale per trasporto pacchi elettrico 2.000 € – 8.000 €

Per quanto concerne i carrelli manuali, vi è spesso un problema di qualità. Quelli di fascia bassa, che costano solo poche decine di euro, sono davvero molto leggeri. Sono spesso pure scomodi, poco ergonomici. Di certo, non rendono quando lo scopo è consegnare merce professionalmente, attività che richiede una certa efficienza e velocità. Possono comunque porre qualche ostacolo anche quando l’impiego è prettamente personale o domestico.

Dunque, rivolgiti a chi vende carrelli saliscale elettrici. Il problema in questo caso è individuare chi predispone carrelli specifici, adatti a un tipo particolare di merce. Nel caso specifico, ai pacchi.

Mario è tra le poche realtà a fornire un’offerta differenziata. Produce e vende modelli “avanzati” per il trasporto di mobili, grandi elettrodomestici, serramenti. Di contro, vende anche modelli più minuti e anche meno costosi per il trasporto dei pacchi.

I prodotti sono comunque di ottima qualità, equilibrati nel prezzo e facili da utilizzare. Ma non è finita qui: Mario mette a disposizione alcuni benefit particolari.

Ma ci sono anche altri motivi per fare riferimento a Mario Carrelli.

  • Pagamento rateizzabile a 24, 30, 36 o più mesi.
  • Possibilità sia di noleggio che di acquisto.
  • Garanzia di 3 anni.
  • Servizio di assistenza efficace e tempestivo.

Vuoi comprare un carrello saliscale per pacchi? Contattaci, riceverai tutte le informazioni del caso e  potrai ricevere una dimostrazione gratuita e senza impegno.